Curse of Strahd: l'amore ai tempi del non Morto

 

Ciao a tutti, 

Sono Davide, ho 35 anni e una passione per i giochi di Ruolo. 

Non mi dilungherò raccontandovi come è nato questo amore, la storia è la stessa per tutti, cambiate il vostro nome con il mio e praticamente sapete la storia.

La scorsa estate, per la prima volta ho giocato ad una avventura edita da Wizards, possiamo dire che mi sia piaciuta: è STATA FICHISSIMA!

Stiamo parlando di storie di vampiri e streghe, parliamo di Curse of Strahd.

Barovia, la valle in cui è ambientata la nostra avventura parte con un grosso vantaggio, quello di essere in un mondo gothic-fantasy. Ogni giocatore è automaticamente stimolato ad immaginarsi ambienti cupi, ragnatele, ghigni, ombre e freddo, rendendo l'esperienza di gioco molto più profonda senza il minimo impegno del master, che dalla sua può sfruttare questo slancio di immaginazione dei giocatori per aumentare ancora di più l'immersione nell'ambiantazione.

La storia, ve ne parlo dalla parte dei giocatori, è molto avvincente, gira tutta intorno ad una coppia di ragazzi che seguono il gruppo,il loro passato è legato alla storia di Barovia. I giocatori accompagneranno la coppia da una parte all'altra della valle, incontrando ogni genere di orrore e dispiacere formato PNG.

L'avventura per noi è durata circa 8 mesi, 2 - 3 ore per settimana e accompagna i giocatori dal primo livello fino all'ottavo.

I PNG della campagna sono molto particolareggiati, le descrizioni sono precise e rendono ogni personaggio davvero unico. Il materiale offerto è del livello che ci possiamo aspettare da una grande azienda come Wizards of the Coast, bellissimi disegni, mappe dettagliate (anche se una delle location finali è davvero un pò troppo intricata).

La trama, che non vi voglio spoilerare (se vi interessa andate al fondo dell'articolo, ve la racconto brevemente), è studiata abbastanza nel dettaglio e l'abbondanza di location e descrizioni permette ai master di utilizzare il manuale anche per altre campagne, non basate su questa storia, ma ambientate nella valle. I PG vengono da altri piani, ma possono anche essere originari del posto, ho giocato un paladino gitano, originario del posto, le location offrono ai giocatori tantissimi spunti per caratterizzare i propri personaggi.

Ultimo valore aggiunto: FB ai tempi dei GDR. La possibilità di confrontarsi con altri DM, spunti di avventure e come si sono comportati i giocatori in situazioni simili non ha davvero prezzo..

buona giornata a Barovia!

Davide

 

 

*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*SPOILER*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*-*

 

 

La storia in breve: Irina, una ragazza di Barovia, viene affibbiata ai giocatori che devono accompagnarla dall'altra parte della valle, possono scegliere loro se in un monastero o in una città più vicina e sicura. Intorno a lei gira tutta la storia, è la reincarnazione della ex sposa di Strahd, la sua anima, come tutte le anime di Barovia è destinata a ritornare, perchè  a ravenloft le anime non hanno pace. Il nostro Vampirone, appassionato di pulzelle cerca di portarla a se, rendendola finalmente, dopo anni, la sua sposa. Il Conte, come tutti i super cattivi che si rispettino ha un ego smisurato e giocherà al gatto e il topo con i giocatori, finche questi non saranno portati a menargli le mani in faccia più forte che possono nella sua dimora casetta vista Barovia (il più classico dei Castelli alla conte Dacula, la r non l'ho dimenticata). La storia si conclude in un tempio, dove Strahd ha compiuto i suoi patti nonmortosi per diventare quello che è.

Come vi dicevo, nella campagna non mancano sidequest davvero FICHISSIME: sconfiggere una Hag e la sua casa mobile, aiutare una famiglia di Corvi mannari a riappropriarsi della loro vigna, deporre un governatore uscito di senno o appoggiarlo e piegare la famiglia avversaria, capire cosa succede in un monastero in cui tutto dovrebbe andare liscio (e invece), venire a capo di una diatriba tra fazioni di licantropi, aiutare stregoni usciti di senno, riportare la pace sulla tomba di un drago e il suo "culto" o aiutare un cacciatore di vampiri dal passato turbolento e cupo.

Altra cosa MOLTO bella è una profezia sull'andamento della campagna che viene fatta da una vecchia gitana in un accampamento e predirà ai giocatori dove trovare degli oggetti utili alle loro missioni e come sconfiggere nemici e trovare compagni: passare le sessioni con quei ritornelli in testa è stata una delle cose più accattivanti della storia.

buon divertimento, 

ne vale la pena.

Tags: gioco di ruolo

Orario d'Apertura

Lun: 15.00-19.0
Mar/Mer: 10.00-19.00
Giov: 10.00 - 23.00
Ven: 10.00-19.00 Perludo (21.00-24.00)
Sabato: 10.00-19.00

Come Acquistare

Se desideri acquistare alcuni dei nostri prodotti o vuoi la nostra consulenza, clicca qui

Mandaci un Articolo

Hai un gioco preferito, voglia di recensire una fiera, un torneo o un evento? Scrivici, pubblicheremo il tuo articolo!